Parliamo di vetro

Il vetro è uno dei componenti principali di un serramento, con il compito importante di dover soddisfare tante esigenze. In primis l'esigenza di far passare tanta luce e mantenere il contatto dell'ambiente esterno con quello interno. Oggi però il vetro deve garantire prestazioni termiche e acustiche importanti, a supporto di profili sempre più performanti.

Il vetro base è chiamato Float, gli spessori maggiormente utilizzati nei serramenti variano dai 2 ai 10mm. A seconda delle esigenze possono essere sottoposti a trattamento di Tempra, che conferisce una maggior resistenza meccanica al prodotto. Il vetro temprato può già essere considerato un vetro di sicurezza perchè in caso di rottura la frammentazione della lastra produrrà piccole porzioni di vetro non taglienti e quindi non pericolose per le persone. Un'altra tipologia di vetro di sicurezza è il vetro Stratificato, costituito da 2 o più lastre accoppiate mediante l'apposizione di pellicole in materiale plastico, PVB. In questo modo si ottengono vetri con uno spessore minimo di 6/7mm fino a spessori più importanti per vetri antiproiettile.

I sistemi in alluminio a taglio termico raggiungono i migliori risultati di isolamento termico in connubio con vetrocamera ad alta performance. Il vetrocamera, o doppio vetro, è formato da due lastre di vetro collegate da un distanziatore perimetrale, riempito di materiale essiccante con il compito di assorbire l'umidità. Il distanziatore perimetrale, in alluminio o materiale plastico, è collegato alle due lastre con una doppia sigillatura che ha la doppia funzione di barriera al vapore e tenuta meccanica.

La prestazione termica del vetro aumenta se nella camera del vetro viene inserito gas Argon, che diminuisce il trasporto di aria calda verso l'esterno, e se nella lastra interna viene applicata una pellicola basso-emissiva che ne aumenta le prestazioni di tenuta.

I vetri basso-emissivi in inverno impediscono la fuoriuscita del calore. Vengono solitamente installati in serramenti posizionati a nord, sul lato più freddo della casa. Non sono adatti per bloccare i raggi solari, in questo caso occorre utilizzare dei vetri a controllo solare, che trattengono il calore d'inverno e lo riflettono d'estate e impediscono l'irraggiamento diretto del sole, riducendo anche le spese di climatizzazione estiva. Vengono solitamente installati in serramenti posizionati a sud. I vetri selettivi abbinano la prestazione di isolamento termico a quella di controllo solare, quindi offrono un comfort ideale tutto l'anno. Questi prodotti consentono un notevole risparmio energetico e aumentano la tutela dell'ambiente.

I vetri fonoisolanti sono vetri che, pur avendo tutte le caratteristiche elencate in precedenza, attraverso l'apposizione di particolari pellicole garantiscono la diminuzione del rumore dall'esterno verso l'interno.

La normativa di riferimento sui Criteri di Sicurezza nelle applicazioni vetrarie è la Uni EN 7697