Certificazione SAC-1

La norma UNI EN 14351-1:2010 (prospetto ZA.2), identifica il VVCP (sistema di valutazione e verifica della costanza di prestazione) in base all’impiego previsto del prodotto. Da tale prospetto si evince che le porte da installare lungo le vie di fuga senza compartimentazione antifuoco/antifumo vanno marcate secondo un Sistema di Attestazione della Conformità-1

Ma quando è necessaria questa certificazione?

 

MANIGLIONI ANTIPANICO

Non tutte le porte sulle quali è montato un dispositivo antipanico azionato mediante barra orizzontale o un dispositivo azionato mediante maniglia a leva o piastra a spinta sono da certificare applicando le prescrizioni prevista per il VVCP 1.

Una porta esterna pedonale diventa porta lungo le vie di fuga quando viene identificata come tale in un piano di evacuazione (ad esempio in una attività soggetta al controllo dei Vigili del Fuoco soggetta al Certificato di Prevenzione Incendi).

Se per esempio un disabile per facilitare l’apertura delle porte esterne della sua villetta, scegliesse di dotare ciascuna di esse di maniglioni antipanico, è ovvio che tali porte non sarebbero da certificare con un Sistema di Valutazione e Verifica della costanza di prestazione 1.

Una semplice porta con maniglione antipanico non è dunque una porta lungo le vie di fuga.

E’ importante sottolineare che l' art.2 nel Decreto Ministeriale 3 novembre 2004 identifica la vie di emergenza (o di esodo, o di uscita, o di fuga), come “il percorso senza ostacoli al deflusso che consente alle persone che occupano un edificio o un locale di raggiungere un luogo sicuro”;
l’uscita di emergenza è invece “il passaggio che immette in un luogo sicuro” e il luogo sicuro è definito come quel “luogo dove le persone possono ritenersi al sicuro dagli effetti di un incendio”.

E' compito del committente indicare al fabbricante in base alle proprie esigenze, la necessità di ricevere delle porte destinate alle vie di fuga.

 

RESPONSABILITA' DEL PRODUTTORE
 
il produttore che appone il marchio CE su un serramento destinato a vie di fuga che non ha effettuato la procedura di certificazione prevista dal VVCP 1, commette un illecito e rischia la temporanea non commerciabilità dei prodotti e, in casi più gravi, anche il sequestro da parte delle Autorità.
Se i Vigili del Fuoco, durante l’ispezione per il rilascio del Certificato di Prevenzione Incendi si trovassero di fronte ad una porta marcata CE, ma non secondo il VVCP 1, sarebbero obbligati a denunciare il produttore all’Autorità competente e, ovviamente, a non rilasciare il suddetto certificato.

 

LA NOSTRA AZIENDA POSSIEDE LA CERTIFICAZIONE SAC-1 (VVCP1) RILASCIATA DALL'ISTITUTO GIORDANO DALL'ANNO 2013